CHI SIAMO

L’Associazione Fondatori di una nuova Cultura per il Volontariato (AFCV) è un’organizzazione che dedica le proprie risorse allo sviluppo di progetti di formazione, di sensibilizzazione e di ricerca finalizzati alla diffusione della cultura della solidarietà verso le fasce più deboli di cittadini e per la promozione dei valori del bene comune nella società.

Chi siamo

Nei primi anni ‘70, presso i Gesuiti di San Fedele, a Milano, si erano formati dei gruppi di preghiera per cercare le proprie finalità nel sociale. In questo contesto nacque, per volontà del professor Erminio Longhini, l’Associazione Fondatori Corpo Volontari con la missione di dar vita a nuove realtà impegnate nella solidarietà sociale. La primogenita fu l’Associazione Volontari Ospedalieri, AVO. Da allora AFCV e AVO fecero un cammino comune. L’AFCV aveva come compito primario la custodia del carisma. In secondo luogo l’AFCV si assunse il compito di diffondere la cultura della solidarietà verso gli ammalati.

Per questo in tempi più recenti la sigla AFCV è rimasta, ma il nome dell’associazione è cambiato in Associazione Fondatori di una nuova Cultura per il Volontariato, a sottolineare la sua capacità di evolvere nel tempo e la sua attenzione verso le rinnovate istanze provenienti dalla società contemporanea.

Mission

Gli obiettivi della AFCV si possono riassumere nei seguenti punti:

  • Diffondere la cultura del volontariato ospedaliero, specie a livello giovanile;
  • Sviluppare rapporti con altre associazioni con finalità analoghe;
  • Elaborare progetti di interesse nazionale;
  • Sviluppare forme di comunicazione in grado di raggiungere tutti i cittadini;

Finalità

L’organizzazione dedica le proprie risorse allo sviluppo di progetti di formazione, di sensibilizzazione e di ricerca finalizzati alla diffusione della cultura della solidarietà verso le fasce più deboli di cittadini e per la promozione dei valori del bene comune nella società.

L’AFCV collabora con altre associazioni che operano nel settore socio-sanitario, concordando con esse le modalità d’azione, sia per la formazione di operatori sociali destinati ad assumere incarichi di responsabilità, sia per analizzare i bisogni e le criticità dei contesti socio-culturali, e infine per formulare proposte operative che si concretizzino in ipotesi di lavoro sperimentali, atte a creare degli archetipi da affidare per lo sviluppo sistematico ad associazioni di volontariato operanti sul territorio nel settore socio sanitario.